Quali terapie delle aritmie esistono?
  • Esistono alcune terapie da seguire sotto consiglio del medico: 



    • Terapia
      delle bradicardie: s
      e la causa della bradicardia non viene trovata, il
      medico spesso suggerisce il posizionamento di un pace-maker,
      che attraverso un’incisione chirurgica viene inserito sul torace sotto la
      clavicola; il pace-maker ha dei fili elettrici che vengono posizionati nel
      cuore e vi rimangono, ed è programmato per intervenire ad accelerare il
      battito quando questo diventa troppo lento, riportandolo a una adeguata
      regolarità, o viceversa, a rallentarlo se diventa troppo rapido.
    • Terapia
      delle tachicardie
      : per trattare cuori tachicardici esistono una serie
      di possibilità:


    1. Manovra
      vagale
      : la tachicardia sopraventricolare può essere
      fermata trattenendo il respiro, simulando uno sforzo, inzuppando il viso
      nell’acqua gelata, o tossendo. Queste manovre stimolano il nervo vago e
      rallentano il ritmo del cuore, ma non sono sempre efficaci.
    2. Farmaci:
      può darsi che il medico vi prescriva un farmaco in grado di rallentare la
      tachicardia o di regolare il ritmo per eliminare l’aritmia.
      Questi farmaci sono molto importanti, devono essere presi alle dosi
      indicate e all’ora indicata, non possono essere sostituiti o modificati o
      dimenticati, salvo diversa indicazione del medico, per averne il massimo
      vantaggio e non subirne gli effetti collaterali. Per chi soffre di Fibrillazione
      atriale
      , sarà necessario un farmaco antitrombotico che renda il sangue
      più fluido del normale quel tanto che basta perché non si formino coaguli,
      trombi ed emboli, ma non troppo perché non si verifichino emorragie.
    3. Cardioversione:
      per alcuni tipi di aritmia, come la Fibrillazione atriale, può essere
      efficace la cardioversione, che può essere farmacologica (con
      farmaci somministrati per via endovenosa) oppure elettrica, che attraverso
      una scossa elettrica calibrata applicata al petto causa un arresto
      momentaneo del cuore e una ripresa immediata del battito, riuscendo a
      volte a ripristinare il ritmo sinusale.
    4. Ablazione
      trans catetere
      : uno o più cateteri vengono introdotti (in una sala
      chirurgica opportunamente attrezzata) attraverso una vena periferica e
      fatti risalire fino al cuore: gli elettrodi sistemati sulla punta dei
      cateteri congelano oppure bruciano una piccola zona del cuore per
      interrompere il passaggio di segnali elettrici anomali che possono causare
      aritmia.

    Un’aritmia richiede sempre una cura?

    NO, non sempre. Se necessari, vengono prescritti farmaci che la tengono sotto controllo o la normalizzano se provoca sintomi molto evidenti o che rischiano di far peggiorare rapidamente la salute del vostro cuore o di andare incontro alle complicanze indotte dall’aritmia stessa.

     

Benvenuto!

Sembra tu sia nuovo qui. Se vuoi partecipare, clicca uno dei seguenti pulsanti!

Connettiti con Facebook Login con Google Login con Twitter

FAQ

Perchè partecipare al forum

  • Per incontrare persone come te
  • Per condividere esperienze e soluzioni
  • Per imparare
  • Per trovare sostegno
  • Per porre domande agli esperti
  • Per restare sempre informato attraverso ALT – ONLUS