Nuovo farmaco
  • Da 4 anni sono in terapia anticoaugulante con Coumadin a seguito di trombosi con embolia polmonare (mutazione fattore II e V di Leiden ecc)
    Vorrei sapere qualcosa in merito al nuovo farmaco che, dicono, potrebbe sostituire il Coumadin.
  • I nuovi farmaci (nuovi anticoagulanti orali = rivaroxaban apixaban dabigatran) ) negli studi clinici si sono mostrati efficaci almeno quanto il coumadin, ma quasi mai più efficaci del coumadin: e non sono mai stati sperimentati in pazienti con doppia mutazione per trombofilia come quella che lei ha.
    Se lei con il coumadin sta bene, mantiene un buon range di pt in fra 2 e 3 e non ha recidiva di trombosi, e vive in un luogo che le permette di fare i controlli in un buon centro di sorveglianza della TAO, io le consiglio di continuare con coumadin: è un farmaco antico, e per questo lo conosciamo e lo maneggiamo bene.
    Nei prossimi anni impareremo ad usare meglio anche i nuovi farmaci e ne potremo riparlare.
    Per ora i nuovi anticoagulanti sono utili:
    • nella prevenzione della trombosi venosa in chi si sottopone a chirurgia per protesi anca e ginocchio
    • in chi ha la fibrillazione atriale non valvolare per prevenire l’ictus cerebrale
    • in chi ha una trombosi o una embolia polmonare in corso
    • in chi deve prevenire la trombosi venosa avendone già avuta una
    ma comunque sempre selezionando pazienti
    • che non riescono a mantenere un pt inr stabile con il coumadin o con il sintrom
    • che non possono essere seguiti da un centro di sorveglianza per questioni di lontananza
    • che sono immobilizzati (sedia a rotelle)
    • che non possono fare prelievo di sangue .
  • Ho un bimbo di 8 anni affetto da trombofilia genetica riscontrata dopo 1 episodio di Trombosi venosa profonda e dopo 9 mesi di cura con sintrom l'ematologo che lo segue sta esaminando la possibilità di cominciare questo nuovo farmaco.Vorrei sapere se è un farmaco sicuro sopratutto per la sua età
  • Cara/o Tataraffa,
    i nuovi farmaci anticoagulanti, come il Rivaroxaban, non sono mai stati sperimentati sui bambini: i
    bambini non sono adulti di peso inferiore, hanno un mondo biologico e biochimico molto peculiare. Sconsiglio quindi di utilizzare sui bambini farmaci che non siano stati adeguatamente studiati su questa fascia di popolazione.

    Cordiali saluti.

Benvenuto!

Sembra tu sia nuovo qui. Se vuoi partecipare, clicca uno dei seguenti pulsanti!

Connettiti con Facebook Login con Google Login con Twitter

FAQ

Perchè partecipare al forum

  • Per incontrare persone come te
  • Per condividere esperienze e soluzioni
  • Per imparare
  • Per trovare sostegno
  • Per porre domande agli esperti
  • Per restare sempre informato attraverso ALT – ONLUS